9 gennaio 2013

Recensione: Petali di Sangue di Emma K. Clarke


Titolo: Petali di sangue
Autrice: Emma K. Clarke
Genere: Urban Fantasy
Brossura: 216 pagine

Reperibile tramite Amazon in cartaceo e in ebook e altri store online per ebook.




Trama:


L’armonia del mondo si conserva negli anni grazie al delicato equilibrio che si è generato tra immortali, umani, creature sovrannaturali e magiche. Questa pacifica convivenza giungerà al termine quando alcuni immortali verranno assassinati nella dimora del loro sovrano Henry Carter, vampiro dal XVII secolo. A indagare su quanto accaduto sarà Giosy Mc Grey, “Amministratrice nazionale degli affari pubblici tra umani e creature immortali magiche”, capo del Distretto di Polizia della città e ultima discendente della più antica stirpe di streghe della nazione.
"Petali di sangue" è un romanzo con tante sfaccettature, lo sfondo perfetto per una storia romantica quanto intrigante e misteriosa, che permetterà ai nostri giovani protagonisti di comprendere non solo il presente, ma anche il loro passato; un passato oscuro e crudele che separò le loro anime e i loro cuori per molti anni, aiutandoli ad accettare l’inevitabile destino.


Cosa Penso:


Quando Silvia, la nostra giovanissima autrice, mi ha contatta chiedendo di parlare un po’ del suo libro, mi sono innamorata della trama immediatamente. Ci ho messo esattamente 2 giorni, solo perché l’ho iniziato ieri sera, ma ci avrei messo un pomeriggio, visto come l’ho divorato.

Si potrebbe pensare, sia la solita storia di vampiri, sia innamorano ecc. ecc. 
Bè! Ho detto… potrebbe sembrare, in realtà è molto molto meglio! Non è un libro simil Twilight, Silvia crea un mondo accattivante, dove vampiri, umani, streghe e licantropi coesistono , più o meno pacificamente, seguendo delle piccole regole. Mi è piaciuto molto questo mondo, dove i vampiri bevendo molto sangue si ubriacano, non ci avrei mai e  poi mai pensato, ma mi sono piaciute anche le descrizioni dei personaggi, come la chioma rossa e gli occhi verdi di Giosy e il portamento regale di Carter vissuto alla corte del Re Sole. 

Il modo di scrivere di Silvia è leggero e fluente,  non è mai pesante, la storia poi è davvero entusiasmante, passato, presente e futuro si mischiano in un mix davvero folgorante tanto da paralizzare il lettore sulla sedia, e far divorare, famelicamente (si può dire?? XD), le 200 pagine. 
Colpi di scena a non finire, misteri da scoprire, antichi riti, leggende, sofferenza e amore, un amore dolce e proibito. Il potere di Giosy di percepire le persone dall’odore è un colpo di genio, per non parlare del potere di Carter di poter vedere le aure delle persone, soprattutto quella di Giosy, che cambia colore a seconda dell’umore, e Carter è, di solito, i lmotivo di questo cambiamento :P

Insomma, per essere la sua prima opera, devo dire che è stata un’entrata eccezionale nel mondo della scrittura, sono curiosa di leggere il suo prossimo libro, che è già in cantiere, e spero mi permetterà di recensirlo sul blog. 

Ebbene lo avete già letto???? NO?!?!?!?!?!?!?!?! COSA DIAVOLO STATE ASPETTANDO ALLORA????? XD 



6 commenti:

  1. mi fa piacere che sia piaciuto anche a te :)
    A me piace anche il fatto che Carter dedichi alcuni versi di Shakespeare a Giosy ogni volta che la vede :) è una cosa molto romantica.

    RispondiElimina
  2. Hai ragione *-* regalatemi un Carter XD

    RispondiElimina
  3. Grazie ad entrambe! :D Se potessi, vi regalerei un Carter tutto vostro, ma al momento credo di poterne disporre solo attraverso l'inchiostro! ;) Un bacione! :*

    RispondiElimina
  4. bravo mic spero ti piaccia :D

    RispondiElimina
  5. Non sembra affatto male anche se ultimamente e storie con i vampiri mi hanno un po' stufato e mi sto dedicando ad altro :P

    RispondiElimina