16 ottobre 2013

Segnalazione: Tango irregolare di Stefano Medaglia


“Un libro avvincente, accattivante, seducente, dove l'autore dipinge magistralmente le sue passioni per la musica e per la narrativa, con una capacità descrittiva degna dei più illustri nomi della letteratura. Ogni "stanza" emotiva, ogni segmento di spazio e tempo sono rappresentati in maniera da vivere nel romanzo, attraverso i suoi personaggi. Un giallo con un finale assolutamente inimmaginabile ed inatteso e da non perdere come corredo della propria personale cultura di lettore.”


Titolo: Tango irregolare
Autore: Stefano Medaglia
Pagine: 262 hardcover + sovracoperta
Data: settembre 2013
Prezzo: € 9,90
Editore: Editoriale Fernando Folini


Trama:


L'arrivo di una lettera esotica, una strana telefonata, la morte misteriosa della sorella lontana.
Nell'Italia degli anni settanta, questi gli avvenimenti che strapperanno Marta - la protagonista del romanzo - alla sua vita ben ordinata, per spingerla a un viaggio assurdo, violento e rocambolesco verso il Sud-America, alla ricerca di spiegazioni e risposte.
L'atmosfera iniziale del romanzo, di tranquilla quotidianità, va via via intensificandosi emotivamente fino a esplodere drammaticamente con l'arrivo di Marta nella sconosciuta terra argentina. Ricca di fascino e di magia ma martoriata dalla feroce repressione del regime dittatoriale, quella stessa magnifica terra la inghiottirà inspiegabilmente tra le sue spire, mandandola a ingrossare le fila dei desaparecidos, senza apparenti ragioni.
Nel tempo trascorso in prigionia, e nella fuga che miracolosamente la libererà dalla morte, dovrà affrontare i pericoli, il dolore e le violenze di una tirannia spietata. Costretta a cercare in se stessa i motivi dell'orrore di una guerra ingiusta, sonderà le proprie fragilità, sciogliendo i nodi irrisolti e compiendo scelte interiori troppo a lungo rimandate, le cui radici affondano nel tempo lontano dell'infanzia e dei ricordi.
Tra gli orizzonti infiniti della terra sudamericana, colonna sonora della narrazione è il tango, non semplicemente evocato come sottofondo, ma reale protagonista e superbamente descritto nelle sue movenze sinuose e passionali.
Un tango irregolare, appunto, che scandisce l'esistenza di Marta sovvertendone ogni regola, nel quale i passi sono espedienti per la sopravvivenza, e la musica un'occasione di cambiamento.




Stefano Medaglia Architetto e chitarrista, Stefano Medaglia è nato a Milano, dove vive tutt'ora, coltivando i suoi interessi per la musica e per la letteratura. Passioni interamente contenute in questo suo romanzo d'esordio.



2 commenti:

  1. Lo ho segnalato anche io ieri.. Sembra carino!

    RispondiElimina
  2. E' molto bello, molto intenso, spesso sensuale, a volte "crudo", Non risparmia le sensazioni forti ma tuttavia permette, con molta delicatezza, di sottrarvisi evocando suoni e colori, Il lessico è particolarissimo, elegante e molto sonoro, musicale ed evocativo. A mio parere, questo libro cerca lettori disposti a "spendere", a lasciarsi coinvolgere.

    RispondiElimina