11 ottobre 2013

Recensione: Un segreto non è per sempre di Alessia Gazzola


Titolo: Un segreto non è per sempre
Autore: Gazzola Alessia
Prezzo:  € 12,00
Pagine: 415
Editore: TEA


Trama:


"Mi chiamo Alice Allevi e ho un grande amore: la medicina legale. Il più classico degli amori non corrisposti, purtroppo. Ho imparato a fare le autopsie senza combinare troppi guai, anche se la morte ha ancora tanti segreti per me. Ma nessun segreto dura per sempre. Tuttavia, il segreto che nascondeva il grande scrittore Konrad Azais, anziano ed eccentrico, è davvero impenetrabile. E quella che doveva essere una semplice perizia su di lui si è trasformata in un'indagine su un suicidio sospetto. Soltanto Clara, la nipote quindicenne di Konrad, sa la verità. Ma la ragazza, straordinariamente sensibile e intelligente, ha deciso di fare del silenzio la sua religione. Non mi resta che studiare le prove, perché so che la soluzione è lì, da qualche parte. Ma studiare è impossibile quando si ha un cuore tormentato. Il mio Arthur è lontano, a Parigi o in giro per il mondo per il suo lavoro di reporter. Claudio, invece, il mio giovane superiore, il medico legale più brillante che conosca, è pericolosamente vicino a me. Mi chiamo Alice Allevi e gli amori non corrisposti, quasi più delle autopsie, sono la mia specialità."

Cosa Penso:


Avevamo lasciato la nostra Alice con una nuova offerta di lavoro da consulente, sono passati alcuni mesi da allora e Alice sarà di nuovo alle prese con un nuovo ingarbugliato caso: la morte sospetta di un importante scrittore, Konrad Azais. 
L’unica ad sapere qualcosa su questa morte è la nipote di Azais, Clara, che dice di non ricordare nulla di quella sera, toccherà alla nostra Alice trovare il modo di farle ricordare qualcosa, ma c’è davvero bisogno di ricordare??? Clara è una ragazza molto scaltra, cosa nascondo veramente dietro al suo assordante silenzio??? Questo è solo una parte di quello che Alice dovrà scoprire perchè dietro alla morte di Azais si nascondono segreti persi nel tempo, tutto sta nel capire il movente, ma se non fosse solo il quello che crede la polizia?? Ebbene si amici miei, Alice stavolta ha una bella gatta da pelare!
Ma oltre alla vita lavorativa bella piena di eventi, anche quella privata non è da meno. Durante un convegno si ubriaca e va a letto con Claudio (che diciamolo non aspettava altro XD), prende forma il triangolo amoroso che era appena stato accennato nel primo libro (io continuo ad essere TEAM CONFORTI). Vedremo anche un altro lato di Claudio che, grazie ai ricordi di una sua vecchia amica, ci fa capire quanto sia cambiato negli ultimi anni, senza però farne capire il reale motivo, o forse accennandolo solamente, ma immagino che dovremo scoprirlo nel prossimo libro. Arthur ha finalmente una reazione normale, si arrabbia parecchio quando scopre la verità, ma comunque non riesce a piacermi neanche un po’, troppo perfetto, troppo tutto.
Insomma, come avrete capito c’è taaaanta roba in questo libro, tante cose che Alice deve scoprire e noi con lei. Alessia Gazzola riesce a non perdersi, cosa che di solito succede in un secondo libro, appassionandoci come in L’allieva, l’ironia, i guai di Alice, li ritroviamo sempre in questo libro e, a parer mio, sono un mix letale. L’ho divorato in un giorno come il primo, non potevo farne a meno, attenti amici miei, Alessia Gazzola potrebbe portare dipendenza, non so proprio come fare a sopportare l’attesa per il prossimo libro XD

3 commenti:

  1. Risposte
    1. Davvero???? Team Claudio o Team Arthur?????? XD

      Elimina
    2. Direi più Team Arthur, anche se qualche volta l'avrei preso a schiaffi xD

      Elimina