30 gennaio 2014

Recensione: The Elite di Kiera Cass




Titolo: The Elite
Autrice: Kiera Cass
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: 17,90 €
Pagine: 312


Trama:


Dopo le prime, durissime prove della Selezione, a Palazzo sono rimaste solo sei ragazze. Una di loro sposerà il principe Maxon e conquisterà la corona. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l’amore per Maxon e quello per Aspen, l’amico di infanzia. Insieme al principe, America può vivere la favola che ha sempre sognato. Ma è davvero ciò che vuole? Confusa, chiede tempo per riflettere e si allontana da Maxon… Una decisione che potrebbe costarle molto cara. Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce che mai.




Cosa Penso:


Lasciate ogni speranza voi che, come me, pensavate che dopo l’inutilità di "The Selection" le cose si facessero più interessanti. The Elite è praticamente uguale a The Selection, con l’unica differenza che abbiamo 6 sole candidate, 5 delle quali circuiscono in mille modi diversi il bel principe Maxon. Abbiamo definito The Selection un Uomini e Donne??? Bene, qui ne abbiamo la certezza.

America è una delle 6 finaliste e non sa a chi appartenga il suo cuore, al bel principe Maxon, dolce e gentile, o l’ex amore della sua vita, il soldato Aspen. Il libro giri che ti rigiri è un tira e molla tra l’uno e l’altro, condendo il tutto con la presenza delle altre 5 candidate che in un modo o nell’altro tentano anche di sedurre il principe (oh my god!). Tra i vari film mentali di America, capiamo un minimo della storia della monarchia e i vari giochi di potere,  che sembra  la parte più interessante del libro, e capiamo anche la vera natura del Re, tutt'altro che il bonaccione che si pensava nel primo libro. Poi ogni tanto entrano i rivoltosi nel palazzo! Dico io, possibile che questi entrino come e quando vogliono e le guardie sono sempre impreparate? Ma ancora peggio, possibile che in 2 libri non si capisca chi sono e cosa vogliono?

Sinceramente credevo che The One fosse una novella come The Prince (che se la leggete o no rimarrete uguali e indifferenti), non non mi ero applicata più di tanto. Sconsiglio vivamente la lettura, rimarreste davvero delusi, a meno che questo genere di cose non facciano per voi, de gustibus, ma per me sono il nulla! L’unico lato positivo è che si legge in pochissimo, ieri è uscito e ieri l’ho finito! Che dire, le belle copertine nascondono le vere pecche dei libri! Ma poi dico io, ci vogliono davvero 3 libri per questo genere di storia? Fatene a meno, vi risparmiate l’intossico e l’irritazione!

6 commenti:

  1. Wow, ti ammiro per il aver avuto il coraggio di averlo letto. A me era bastato The selection...
    Complimenti per la recensione, hai puntato il dito proprio su ciò che mi ha fatto storcere il naso in The selection

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà me l'avevano pure detto che era brutto, ma dopo un anno chi se lo ricordava :P leggerò anche il prossimo perchè voglio poter dire, si l'ho letta sta saga e fa proprio ca....e XD!

      Elimina
  2. Ciao, scusa potresti dirmi se il bollino sulla copertina è permanente o meno? Grazie. Bellissima recensione. :D

    LadyVanessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, grazie mille ^_^ per il bollino credo sia parte permanente della copertina, non ti so dire perchè l'ho letto sul kindle :)

      Elimina
  3. Oddio, speriamo di no! Una cover del genere rovinata da un bollino! Grazie per la risposta. Mi sono fatta un giretto nel blog e lo trovo davvero ben fatto! :D

    LadyVanessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, così mi fai arrossire XD

      Elimina