26 febbraio 2014

Anteprima: Il teorema dell’ombra di Alessandro Defilippi


Titolo: Il teorema dell’ombra
Autore: Alessandro Defilippi
Casa editrice: Edizioni Anordest
Pagine: 256
Prezzo: 11.90 €
Data Pubblicazione:  27-02-2014


Trama:


C’è una porta che ogni tanto si apre, anche contro la nostra volontà. Che cosa c’è dietro? Spettri, presenze. Cani neri, bambini inquieti e inquietanti, donne che sembrano portare in sé misteri definitivi e letali, fabbriche abbandonate e rimbombanti di echi, cucine dove i coltelli luccicano nel buio, ombre sempre presenti alle nostre spalle.
In questi racconti, la normalità scivola inavvertitamente nell’incubo, fino a ritrovarsi nei territori del Male.



ALESSANDRO DEFILIPPI, psicoanalista torinese, ha pubblicato fra gli altri “Una lunga consuetudine” raccolta di racconti con Sellerio. Per Passigli “Locus animae” e “Angeli”. Per Einaudi “Manca sempre una piccola cosa” (2010). Nel 2011 il besteller “Danubio rosso” (Mondadori). Le sue ultime pubblicazioni “La paziente n.9” e “Per una cipolla di Tropea”, entrambi Mondadori. Ha collaborato, tra le altre cose, alla sceneggiatura del film “Prendimi l’anima” di Roberto Faenza.



“Molte volte mi è stato domandato se, nei miei libri, adoperassi le storie che mi raccontano i pazienti. No. Non le adopero mai. Per rispetto per i pazienti, naturalmente, e poi, perché non sono le mie storie. Ho abbastanza paure e angosce immotivate da continuare a pensare, per esempio, che nel mio studio viva una presenza, una bambina, credo. Sta nella sala d’aspetto e io so che devo lasciare aperta quella porta, quando la stanza è deserta, soprattutto la sera, prima di chiudere lo studio e di andarmene, esausto, a casa.
Non ne conosco il motivo. È così che racconto le mie storie. I racconti di questa raccolta sono legati tra loro da fili sottili come storie di bambini, perché i bambini conoscono la paura o storie legate alla psicoanalisi ancora storie legate a un film oppure semplicemente, a quella bambina che anche adesso, mentre scrivo, sta là, nella stanza accanto alla mia. Con la porta aperta.”

2 commenti:

  1. Interessante.. Un pò inquietante ma interessante!

    RispondiElimina
  2. Un titolo da tenere a mente :) la trama mi piace!!!

    RispondiElimina